YOUSCOOPE! La Web TV dei ragazzi

da | 9 Feb, 2018 | Tutto Sui Social Networks

Nel post precedente abbiamo discusso sull’importanza dei video nella società moderna e su quali possono essere le strategie per migliorare il posizionamento su Youtube. Questo articolo nasce dall’esigenza di raccontarvi la nascita di una nuova web TV: Youscoop!

Youscoop! è nato ufficialmente il 1 febbraio 2018, siamo già alla seconda puntata dove ci spiegheranno l’importanza di sentirsi italiani e su un fatto sociale che accomuna tutti noi italiani: siamo educati? Qualcuno ce lo fa notare? Come avrete compreso si tratta di un programma di intrattenimento  e informazione sul web condotto da una coppia di teenager.  Ne parliamo insieme a Stefano Muci titolare di Alegria Srls e a Diego Carli, regista e attore presso i Jashgawronsky Brothers e Zelig.

1. Come è nata l’idea di creare un nuovo canale di intrattenimento per ragazzi?

STEFANO:

L’idea è quella in format di intrattenimento che mette insieme contenuti ludici e inchieste giornalistiche. Una lucida fotografia sulla realtà raccontata con lo sguardo dei ragazzi. E’ il naturale sviluppo di un progetto di media education e social engagement già attivo in alcune provincie italiane e che ha visto la proficua collaborazione tra pubblico (scuole) e privato (gallerie commerciali) con ottimi risultati in termini di visualizzazioni, interazioni e condivisione dei contenuti video pubblicati.

DIEGO:

Con l’avvento di Youtube, i canali tradizionali stanno avendo il fiato corto ma una delle splendide realtà della TV generalista di alcuni, per non dire diversi anni fa era la TV dei ragazzi che la faceva da padrona nel pomeriggio settimanale, che si è rinnovata dagli albori per poi sparire definitivamente lasciando spazio a talk show di dubbio interesse. L’idea è questa: usare la nuova via dell’intrattenimento come internet e riempire una casellina del tutto mancante e con qualche presunzione dare svago e informazione ai più giovani.

2. Quali sono gli obiettivi che vi siete posti? A quale target vi riferite?

STEFANO:

Mah, a dire il vero non sappiamo ancora quale sarà il nostro pubblico. Certamente i linguaggi e le tecniche di produzione sono orientate a un target giovane, di ragazzi. I contenuti e la freschezza con cui vengono presentati potrebbero però incuriosire anche un pubblico più adulto.

DIEGO:

È una TV “Teen” ma che strizza l’occhio ai ragazzi più grandi perché le sorprese non mancheranno. Sarà un canale “Mobile” improvvistamente organizzato e con idee anche al di fuori della norma. Chi vivrà, vedrà.

3. Quali sono gli argomenti che verranno trattati?

STEFANO & DIEGO

Questo è ancora prematuro ma non perché le idee mancano ma per il semplice motivo che vogliamo destare la massima curiosità in chi aspetta questo evento. Posso solo dire che ci sarà informazione, ma anche musica, servizi, interviste e poi se vi divo tutto ora che gusto c’è?

4. Quando sarà possibile vedere la trasmissione?

STEFANO & DIEGO

Partiamo a novembre/dicembre. La data non è ancora stata fissata perché c’è un sacco di lavoro di redazione da svolgere ma contiamo di essere pronti al momento giusto.

5. Recentemente avete fatto un casting per trovare due conduttori. Ci potete come si è svolta la selezione?

STEFANO:

Si, abbiamo da pochi giorni ultimato un casting su scala nazionale. Sarà una frizzante conduzione del programma in coppia, altro non possiamo al momento rivelarlo.

DIEGO:

È stata fatta una selezione attraverso una piccola presentazione video dei candidati che poi sono stati convocati per un provino “dal vivo” e non tutti coloro che ci avevano convinto dal primo step si sono rivelati all’altezza della situazione e stranamente anche il contrario. Anche se la maggior parte meritava una chance.

6. Esistono altri canali simili a questo in Italia? Pensate di essere considerati degli innovatori?

STEFANO:

Pensiamo che ci sia uno spazio ad oggi non coperto nella pubblicazione contenuti video che parlano la lingua dei ragazzi con un taglio stilistico capace di mettere assieme leggerezza (senza volgarità) e serietà dei temi trattati. Innovatori? Ci sentiamo un po’ degli esploratori in un terreno nuovo che crediamo possa riservare delle piacevoli sorprese.

DIEGO:

Ho parlato di presunzione e non a caso. Vogliamo e dobbiamo essere degli innovatori, ci proviamo ed è il nostro dovere tentare, poi il pubblico che è sovrano valuterà ma siamo fiduciosi anche grazie ai conduttori che sono già sui blocchi di partenza e scalpitano come cavalli di razza. Mi sbilancio: saranno di sicuro degli anchor man/woman del futuro. Teneteli d’occhio.

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Resta collegato e raccontaci le tue idee!

Certificazioni AdSeo

Abbiamo conseguito tutte le principali certificazioni del panorama del digital marketing sia in ambito Search Advertising che di strumenti di Web Analytics.