Guida all’analisi delle Keywords nel Seo

da | 12 Lug, 2012 | Tutto sui motori di ricerca

In Internet esistono diversi strumenti che possono essere consultati gratuitamente oppure a pagamento per costruire la propria long tail.

Uno dei metodi più semplici per incominciare questo tipo di attività è quello di raggruppare i termini in un unico listato; poniamo ad esempio di dover fare un’analisi per un magazine che racconta le ultime novità in materia di fotocamere digitali:

  • Fare una lista di keywords composta da 1 a 3 parole che descrivono la propria attività: ad esempio “Fotografia digitale”  e “fotocamere digitali” sono le keywords principali che rientrano nel mainstrem, a cui dovremo portare molta attenzione.
  • Spendere un po’ del proprio tempo per ricercare sinonimi che il potenziale utente/cliente potrebbe utilizzare per trovare il nostro sito web. Nella prima fascia (mainstream) rientrano tutte quelle varianti come ad esempio test, recensioni, prove fotocamere digitali oppure news, tutto sulla fotografia digitale. Nella seconda fascia (long tail) si inseriscono tutte quelle parole chiave che hanno attinenza alle diverse tipologie di fotocamere digitali: fotocamere compatte e bridge, reflex digitali entry level e professionali
  • Potrebbe essere utile considerare tutte quelle persone, idee, progetti connessi con la propria azienda oppure studiare con molta attenzione l’architettura dei siti relativi ai nostri principali competitors.
  • Controllare nei vari forum, blog e social networks quali sono i termini più utilizzati pertinenti con il proprio target/obiettivo. Nel nostro esempio potremo intuire che da un analisi di forum, blog e social media, sia fotoamatori che fotografi professionisti danno più peso ai modelli delle fotocamere digitali rispetto ad argomenti più generalisti relativi alla scelte su quale fotocamera scegliere. E’ consigliabile investire su articoli che riguardano ad esempio modelli specifici come ad esempio la “Nikon D800”.
  • Creare una lista di tutte le varianti connesse con il proprio brand
  • Creare una lista  relativo a tutti i nostri prodotti: nel nostro esempio andremo a considerare tutte quelle varianti che fanno capo alle principali marche come ad esempio Nikon, Canon, Pentax, Sony…
  • Sfruttare gli strumenti di web analitycs per verificare le parole chiavi più utilizzate dai visitatori. L’analisi delle statistiche ci potrebbe dimostrare la supremazia delle fotocamere bridge dotate di super zoom rispetto alle super compatte oppure la supremazia della Canon sulla Nikon sulle reflex digitali professionali.
  • Come attività supplementare potrebbe essere interessante creare un questionario aperto, da distribuire ai nostri dipendenti, agenti, clienti, ecc., nel quale verrebbero indicati i termini più rappresentativi relativi al proprio settore di appartenenza
  • Una volta creato il listone di parole chiavi, raggrupatele per categorie facendo attenzione a non duplicare le chiavi di ricerca. Quindi ad esempio potremo definire come categorie l’home page, le categorie riferite ai brand, i modelli di fotocamere, ecc.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Resta collegato e raccontaci le tue idee!

Certificazioni AdSeo

Abbiamo conseguito tutte le principali certificazioni del panorama del digital marketing sia in ambito Search Advertising che di strumenti di Web Analytics.